skip to Main Content
A Lezione Di PC

A lezione di PC

In una società in cui la tecnologia comincia a fare da padrone, dove computer e smartphone sono diventati strumenti indispensabili, c’è chi fatica a starvici dietro, cominciando a zoppicare nell’odierno sotto alcuni aspetti.

Le fasce d’età maggiormente penalizzata ovviamente sono gli anziani e gli over 50, non per loro stessa volontà, ma per una questione di eccessiva rapidità di evoluzione tecnologica. Non vi è tempo per imparare qualcosa che diventa già obsoleta.

Così, consapevoli di questa necessità, nonché enorme risorsa a disposizione, quale internet per esempio, ne L’Angolo dell’Amicizia abbiamo deciso di fornire la possibilità (e la scelta) di imparare a usare un personal computer, con annesso l’utilizzo di internet. Un corso base che è stato subito ben accolto, tanto da dover mettere un limite massimo di dieci partecipanti.

Vedere persone vissute, con una vita intera alle spalle da poter raccontare, ritrovarsi improvvisamente sorprese, manifestando l’infantile espressione dello stupore, non ha prezzo. Per loro, scoprire e imparare ad usare internet, è stato il rivelarsi di un intero mondo alla loro portata, di comunicazione e di conoscenza. Ogni lezione è trascorsa piacevolmente tra apprendimento, stupore e ilarità, merito anche di chi li ha guidati in questo percorso, essendo una persona molto alla mano e dal linguaggio pratico e simpatico.

Dieci lezioni appaganti e persino divertenti, in cui i partecipanti hanno cominciato ad essere parzialmente indipendenti dal punto di vista tecnologico.

Internet è una risorsa enorme, che se usata in maniera avveduta e responsabile, può concedere davvero molto, persino a persone spesso confinate a casa e che vivono in solitudine. Tutto questo è stato possibile grazie ai volontari che si sono adoperati nel corso, a chi li ha condotti e a chi ha affiancato l’insegnante nel seguire i partecipanti. Ma soprattutto al progetto L’Angolo dell’Amicizia, a sua volta possibile grazie alla vicina chiesa di Scafa (PE) e all’8×1000 della chiesa Avventista.

Roberto Camperchioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Back To Top
×Close search
Cerca