Chiesa Avventista Forlì Gruppo Giovani

AISA Forlì è investimento per il tuo futuro

Il mio nome è Francesco e ho scelto di fare l’animatore AISA nel club di Forlì, perché penso che tra le forme di volontariato sia quella che rinvigorisca maggiormente lo spirito.Fin da piccolo i miei genitori mi hanno sempre incoraggiato a frequentare gruppi di ragazzi in ambiente cristiano, anche se spesso non avevo desiderio di partecipare. Infatti avrei di gran lunga preferito rimanere a casa con i miei videogame, ma i miei genitori insistevano e raramente riuscivo ad averla vinta contro la loro testardaggine!

Se oggi ripenso alle esperienze che ho vissuto in quei gruppi, mi rendo conto della fondamentale importanza che hanno avuto nella mia formazione e sento nel mio cuore una profonda gratitudine per la risolutezza che a quel tempo hanno mostrato i miei genitori.

La cosa che più mi ha cambiato nel frequentare un certo ambiente è il diverso modo di divertirsi. Tanti miei coetanei oggi concepiscono come unico modo di stare insieme il “chiacchierare bevendo qualcosa”, magari dovendo urlare tra loro a causa del volume della musica. Invece nei gruppi in cui ho avuto la fortuna di crescere, ho imparato che esiste un divertimento più genuino in cui è possibile relazionarsi con gli altri, mettere in moto la fantasia, godersi la natura e tanto altro ancora.

Questa è la ragione per cui essere animatore rinvigorisce tanto lo spirito: perché il far vivere ad altri ragazzi esperienze così belle e formative, mi fa pensare che magari anche qualcuno di loro un giorno ripenserà a questi momenti, ne capirà il valore e a sua volta lo trasmetterà a qualcun altro. Infatti credo che sia questa l’essenza dell’essere cristiano: ricevere amore e donarlo a tua volta.

Oggi, sperimentando nuovamente determinate esperienze nel club AISA, posso riviverle con maggiore coscienza. Questo mi permette di continuare in maniera molto attiva il cammino di crescita interiore che, purtroppo, in tanti ragazzi spesso rallenta considerevolmente dopo l’adolescenza.
Mi permette di avere maggiore attenzione per tutte le persone che mi sono vicine, di saper motivare e divertire e di farmi rispettare senza mai alzare la voce. Tutti questi doni si sviluppano giorno dopo giorno quando si accetta con impegno il ruolo dell’animatore e portano una grande ricchezza anche nella vita di tutti i giorni e nella relazione con le persone che ci stanno accanto.

Sono animatore negli scout avventisti da circa un anno ormai e anche se il tempo investito è innegabilmente tanto, sono sempre più contento della mia scelta. Consiglio a tutti quelli che hanno energie da mettere al servizio delle generazioni del domani di far parte del club AISA, per cambiare il futuro dei ragazzi, fargli scoprire un mondo nuovo e intraprendere così un viaggio che non finisce da ragazzi, ma continua per tutta la vita.

Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Cerca