skip to Main Content
Fuoco E Scintille Per Gli Scout AISA

Fuoco e scintille per gli scout AISA

Un fuoco ha inizio da una piccola scintilla, come sanno bene tutti gli scout AISA che la sera si riuniscono attorno al fuoco da campo, tra canzoni, risate e riflessioni suggestive al calore della fiamma. Un fuoco si è acceso negli occhi e nei cuori dei ragazzi del club AISA di Palermo che si sono recati questa primavera presso il Centro Giovanile “Le Sorgenti” di Piazza Armerina (EN) per l’annuale campeggio regionale. Due notti in tenda, l’escursione, il gioco a tappe, le olimpiadi bibliche, la cucina da campo e la natura.

giovani scout

Tanta legna ha alimentato le fiamme nel cuore dei ragazzi e ha fatto luccicare i loro occhi. La loro gioia manifesta ha cancellato d’un colpo la stanchezza degli animatori e dei responsabili, che con fatica e sacrifici sono riusciti a portare a quest’evento tutti i ragazzi che frequentano settimanalmente gli incontri. Coordinare e predisporre il necessario per tre giorni e due notti in montagna per quasi 50 tra bambini e adolescenti non è un gioco da ragazzi! Quasi tutti sono cresciuti in città, e molti di loro vivono in contesti familiari difficoltosi, con poca possibilità di viaggiare, scoprire e conoscere ciò che non si trova all’interno del perimetro metropolitano. Non c’è da stupirsi quindi se, tra le tante emozioni, uno degli incontri più affascinanti per i nostri   bambini è stato quello con una mucca vera, dal vivo, ruminante e con la coda a penzoloni.

Lì dove i cellulari non hanno campo e internet non arriva, dove non ci sono prese per ricaricare i tablet, lì in questo luogo lontano dalla città la vita continua, anzi forse è più bella. Le stelle sono meglio di un touch screen!

raduno scout

L’Otto Per Mille alla Chiesa Avventista ha permesso ai ragazzi del club di partecipare interamente al campeggio, fornendo indispensabili attrezzature come tende, gavette e sacchi a pelo che le famiglie dei ragazzi (in gran parte immigrate o con difficoltà economiche) non potevano permettersi.

 

 

 

 

Sara Riccobono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Back To Top
×Close search
Cerca