Scout Evidenza

Gioventù avventista e scout

Un passo dopo l’altro, anche quest’anno è arrivato il momento tanto atteso del raduno scout AISA che coinvolge gran parte della gioventù avventista. Con zaino in spalla, bambini dai 6 ai 12 anni qualificati come “tizzoni” e quelli più grandicelli, tra 12 e 16 anni chiamati in modo significativo “esploratori” si sono riuniti al campo scoutistico di Casuccia Visani, consacrato centro della gioventù avventista.

Punto di riferimento per gruppi giovanili e club scout che in ogni stagione dell’anno la frequentano, Casuccia ha ospitato nell’ultimo week-end 26-28 maggio 2017 ragazzi da tutta l’Italia centrale, provenienti da diversi club sparsi in tutto il territorio.

Ritrovare vecchi amici, incontrarne di nuovi, riunirsi intorno al fuoco alla sera e accompagnare con la chitarra i canti scout sono momenti indimenticabili che i bambini si porteranno nell’anima per tutta la vita e costituiscono quel valore aggiunto all’attenta formazione scoutistica sostenuta dai animatori dedicati.

Quest’anno, ogni Club ha portato come simbolo di partecipazione una piccola ascia scoutistica, decorata e personalizzata, allo scopo di indicare la presenza di ogni Club al Raduno, per istituire una pratica di significato tutte le volte che si condivide questa esperienza, come testimone silente dell’impegno costruttivo di tutti questi giovani.

Quasi 300 persone, tra animatori e bambini hanno montato le loro tende, steso i sacchi a pelo e costruito le cucine da campo per vivere un’esperienza scout autentica, in mezzo alla natura incontaminata dell’incantevole verde del Casentino.

Le varie attività all’aria aperta, programmate da tempo da ogni Club contribuiscono allo sviluppo delle proprie attitudini fisiche, morali, sociali e spirituali e all’educazione dei giovani a rispettare se stessi, la natura e il prossimo. Il fuoco da campo alla sera trasmette quella magia che fa portare via la stanchezza, consolida le amicizie e rinnova la devozione attraverso i momenti spirituali vissuti. Al momento di ritrovo, al grido Scout AISA !, tutti rispondono SEMPRE PRONTI!

Quando si diventa scout lo si rimane per tutta la vita, ed è questo arricchimento che si vuole portare nella vita di ogni ragazzo e ragazza. Durante l’anno invece, è stato sviluppato un programma che prevede la formazione spirituale, tecnica e socio-ricreativa.

cerchio scout

L’Associazione Italiana Scout Avventista è sostenuta dai fondi del 8xmille dedicati alla Chiesa Cristiana Avventista, grazie ai quale i giovani scout progettano anche impegni sociali: visite a case di riposo, orfanotrofi e ospedali; progetti sui temi della salute e programmi di solidarietà.

Monica Untea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Cerca