Adra Pratovecchio

Mettere le ali

“Guardandoti dentro puoi scoprire la gioia, ma è soltanto aiutando il prossimo che conoscerai la vera felicità.”

Con queste parole e propositi, ADRA sezione locale Pratovecchio comincia la sua attività. Da 4 anni, risponde ai bisogni sempre più crescenti e al numero, in continuo aumento, di persone in difficoltà.

Spinti dal desiderio di apportare un cambiamento e convinti che “la mia goccia fa la differenza”, sappiamo che come discepoli di Cristo “dobbiamo essere ricchi in buone opere, pronti a dare e far parte dei nostri averi, in modo da farsi un tesoro ben fondato per l’avvenire, affine di conseguire la vera vita” 1 Timoteo 6:18, 19.

In questa ottica, la nostra comunità, attraverso il coordinamento locale ADRA, si inserisce nel contesto locale. Inizialmente come volontariato per il banco alimentare sia annuale, che nelle raccolte straordinarie. Continua con attività che spaziano dalla distribuzione di viveri e vestiario, seminari sull’alimentazione, fino a missioni all’estero. Tutti i sabati, dalle 9:00-12:00, ADRA fornisce, alle famiglie bisognose del territorio, assistenza alimentare attraverso la distribuzione di pacchi alimentari e vestiari ma soprattutto ascolto, conforto e sostegno psicologico e umanitario. Persone di tutte le nazionalità presenti sulla vallata Casentinese cominciano a fidarsi dei volontari. Confidano problematiche e difficoltà che vanno oltre bisogni elementari fisici.

Si instaura un certo rapporto con le famiglie. E così, per Natale, i bambini della nostra chiesa fanno un piccolo concerto per loro.

L’orchestra di mandolini, il coro e anche i nostri piccoli solisti cantano. Al fine di portare la speranza, e l’amicizia, un dono di cuore oltre che un pacco regalo per una decina di bambini appartenenti alle famiglie bisognose. Il canto unisce tutti quanti, grandi e piccini, portando soddisfazioni da entrambe le parti.

Rodica Dinu, la direttrice dell’orchestra, confessa che i momenti come questi rappresentano la ragione di vivere e la motivazione di dedicare la propria vita al volontariato. L’assessore comunale Sonia Amadori, con le deleghe per il sociale, pari opportunità e tutela della famiglia, presente in questa occasione nella nostra comunità, si dichiara piacevolmente sorpresa e fiduciosa in una collaborazione con le altre associazioni locali per la lotta congiunta contro l’isolamento sociale dovuto alla povertà.

I ragazzi sono contenti e il momento finisce con un’agape preparata con cura per l’occasione. Si stringono amicizie e si offre la disponibilità anche per incontri futuri. Grazie all’8×1000 della Chiesa Cristiana Avventista, ADRA locale ha sviluppato ancora altre forme di aiuto umanitario e di sviluppo. Sta portando avanti progetti come assistenza per i senzatetto e diverse missioni in Romania, Ruanda e Kosovo.

Monica Untea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Cerca