Orchestra Mandolinievidenza

Mandolini per stare insieme a Pratovecchio

Le passioni non si scordano mai e si portano avanti per tutta la vita, tanto più se è una passione per i mandolini. Da un grande amore per la musica di una nostra cara volontaria, Rodica Dinu, e il suo desiderio di trasmettere tutto il suo sapere, ha trovato espressione in un progetto rivolto alla formazione musicale dei ragazzi e giovani della Chiesa Avventista di Pratovecchio. Così nasce nel 2013 l’Orchestra di mandolini in quanto si utilizza il mandolino come strumento principale nel suo organico. Strumenti musicali un po’ insoliti nelle nostre chiese, i mandolini sono stati subito adorati dai ragazzi che hanno desiderato fortemente imparare a suonare. Insieme a essi hanno trovato spazio chitarre, violini e flauto e ogni bambino ha trovato la sua vocazione. Formata dai ragazzi con un’età compresa tra 8 e 26 anni, è composta perlopiù dai giovanissimi che non hanno mai avuto uno strumento musicale nelle loro mani.

Buona parte dei bambini e ragazzi, dopo mesi di prove, hanno finalmente avuto l’occasione di presentare alla comunità il risultato del loro impegno, guidati dalla direttrice Rodica Dinu e dalla pianista della chiesa, Tania Zotoiu. Emozionati ma concentrati, i ragazzi portano allegria a tutta l’assemblea, che apprezza il loro impegno.

mandolini-chiesa-avventista

Orchestrina dei mandolini

Da questo piccolo successo iniziale, l’orchestrina di mandolini accompagna i momenti di festa, i programmi musicali, i pomeriggi ADRA e altri eventi nella chiesa locale. I ragazzi sono soddisfatti di poter esprimere attraverso questo strumento emozioni a coloro che assistono alle esibizioni, contenti di portare un po’ di felicità. Mantengono l’impegno e la serietà, perché suonare il mandolino richiede molta pratica, e fanno crescere anche negli altri il desiderio di suonare. I brani abbordati variano da classici fino a canti moderni, voluti dai ragazzi.

 

 

L’unicità di questa orchestra non passa inosservata e vengono invitati come ospite speciale al festival “Lode a Gesù” tenutosi per la prima volta nel 2016 nella Cappella storica di Villa Aurora.

Altresì, il pastore Rollando Rizzo, autore di diversi romanzi, invita l’orchestrina alla presentazione del suo libro bilingue di poesie “Il nulla e l’incanto” a Firenze. Anche la Chiesa Avventista di Cesena è stato teatro della esibizione dei piccoli artisti in occasione di un evento battesimale. I viaggi dell’orchestra non finiscono qui, ma arrivano fino a Roma, alla Chiesa Avventista Rumena e al Festival della Creazione.

Oltre alla bellezza della loro arte, il valore di questo complesso musicale è dato dalla gioia che brilla nei loro occhi e di coloro che ascoltano, dal seme piantato nei loro cuori che cresce e porta frutti, dalle relazioni che si intrecciano e si sviluppano, dal forte “insieme” che si è creato. L’augurio più grande è che questo sia solo l’inizio di un percorso destinato a durare a lungo.

Monica Untea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Cerca